Noisempredonne

Noisempredonne è la nostra associazione che si impegna a dare sostegno morale, fisico e psicologico agli ammalati e ai loro familiari

Io sono ciò che scelgo di diventare… Pamela e la sua esperienza

"I am not what happened to me. I am what I choose to become" che traducendo mooolto liberamente rivendica il diritto di scegliere che tipo di persona saremo nel futuro, togliendo potere agli eventi -anche negativi - della vita.

Ormai è passato un anno, anzi, se faccio bene, i conti anche più di un anno.

Un anno in cui un tornado si è abbattuto su di me sradicando la mia vita normale di donna di quaranta (e qualcosa) anni, con due figli un marito e un lavoro. Pienamente soddisfatta e realizzata.

Annamaria e il suo amore per la vita

Salve a tutti, mi chiamo Annamaria.

Il 13 maggio 2001 iniziai ad avere dolori e piccoli problemi al braccio destro e per circa 3 mesi presi antinfiammatori e antibiotici, senza però risultato.

Poi il 12 settembre 2001 il verdetto: un nodulo maligno al seno destro.

Io sono una donna positiva, ma questa diagnosi mi fece paura… pensai subito a mio marito e alle nostre bambine di 11, 8 e 5 anni. Siamo sempre stati uniti, ma ora io dovrò entrare in ospedale ogni ventuno giorni e restare ricoverata tre giorni per sei cicli di chemioterapia.

Grazie per la serata

Le Associazioni Noisempredonne e Comitato Fiori di Lavanda vogliono ringraziare tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita della serata "Coral-mente" e il pubblico... GRAZIE DI CUORE!

Inoltre l'Associazione Comitato Fiori di Lavanda ci ha fatto sapere che sono stati raccolti 1029 euro, destinati alla ricerca.

Carla: una donna forte

Carla Merga è la vicepresidentessa di Noisempredonne, ma prima di tutto è una donna che ha saputo affrontare il male. Grazie al suo operato come volontaria oggi molti malati riescono a confrontarsi e a sapere che non sono soli. Ci ha mandato questa sua lettera-testimonianza, che vuole essere la storia della sua esperienza con il dolore, ma, soprattutto, la "nuova vita", dopo l'intervento. Leggiamo, ora, quello che ci scrive:

 

Diventa volontaria

L'Associazione Noisempredonne ha bisogno di volontarie... pronte ad aiutare e a collaborare con noi e con i pazienti degli ospedali dove siamo presenti. Non ci sono limiti o criteri, l'unico requisito che chiediamo a chi desidera diventare volontaria è l'aver vissuto personalmente e aver superato l'esperienza della malattia.

Pagine